Sindrome da stanchezza cronica: di cosa si tratta?

Sindrome da stanchezza cronica: di cosa si tratta?

La sindrome da stanchezza cronica (CFS) è un disordine caratterizzato da una molteplicità di sintomi che vanno dal dolore muscolare ai problemi di memoria. Tuttavia, il principale sintomo è rappresentato da eccessiva stanchezza persistente non alleviata dal riposo pregiudicando, pertanto, le normali attività quotidiane degli individui interessati. Tale condizione insorge principalmente nelle persone tra i 40 e i 50 anni, prevalentemente donne. I soggetti affetti presentano un sistema immunitario compromesso, cui possono contribuire infezioni virali, come quella causata dal virus di Epstein-Barr, alterazioni ormonali, carenza di vitamine e di elementi chimici nonché condizioni di stress prolungato che non sono gestite adeguatamente. La sindrome è tuttora poco conosciuta ed è spesso associata a uno stile di vita sregolato. Per questo motivo, diagnosticarla in modo corretto aiuta a delineare un approccio terapeutico destinato a gestire e migliorare i sintomi. Una condizione che accomuna i soggetti affetti da Sindrome da Stanchezza Cronica è la compromissione del sistema immunitario causata dalla combinazione di una molteplicità di fattori che colpiscono le persone predisposte, tra cui infezioni virali, alterazioni ormonali, carenza di vitamine e di elementi chimici. Con un semplice esame del sangue è possibile riconoscere la Sindrome da Stanchezza Cronica e trovare l’approccio più adeguato per trattare il dolore e gestire altre problematiche connesse a tale condizione clinica. Prenota il tuo esame del sangue da Be4Lab, i nostri specialisti sapranno trovare una soluzione alla tua stanchezza cronica.

Leave a Reply

Your email address will not be published.