Tiroide, le analisi di laboratorio alla base di ogni diagnosi

Tiroide, le analisi di laboratorio alla base di ogni diagnosi

In Italia le malattie legate al malfunzionamento della tiroide sono in aumento. Se qualcosa non funziona in questa ghiandola ne risente tutto il corpo, perché  controlla il metabolismo e le sue principali funzioni. Un controllo specialistico e un esame del sangue possono prevenire le complicanze cardiovascolari, ossee e metaboliche che anche solo una lieve disfunzione tiroidea, se non riconosciuta o adeguatamente trattata, potrebbe determinare.  La funzione principale della tiroide, la ghiandola endocrina situata alla base del collo, è quella di produrre due tipi di ormoni.

  1. L’ormone tiroxina chiamato anche T4
  2. L’ormone triiodotironina chiamato anche T3

Questi ormoni lavorano insieme al mantenimento dell’equilibrio e della crescita del nostro organismo oltre che allo sviluppo dell’energia. Quando questi ormonimancano l’organismo si ‘spegne’ procurando un senso di affaticamento (è il caso dell’ipotiroidismo) o, al contrario, se la loro produzione in eccesso (è il caso dell’ipertiroidismo) causa una grande, eccessiva, sferzata di forza ed energia. Per scoprire cosa non funziona come dovrebbe nella ghiandola tiroidea basta effettuare un esame che consiste semplicemente in un’analisi del sangue, ovvero prelievo con siringa, rigorosamente a digiuno, rivolto a testare i livelli di TSH l’ormone che stimola la tiroide a produrre gli ormoni T3 – T4. Questo si alza quando la tiroide funziona poco e si abbassa quando funziona tanto. Se il TSH è ridotto, significa che la ghiandola sta funzionando troppo (ipertiroidismo). In caso contrario, se presenta valori elevati, la tiroide sta lavorando troppo poco (ipotiroidismo). Alle analisi di laboratorio spesso si affianca una ecografia alla tiroide come approfondimento che  aiuta a precisare la diagnosi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.